Nuovo RIP software CalderaRIP v12: tutte le novità

 In Blog, Prodotti

CalderaRIP v12 è il nuovo fiore all’occhiello della software house di Strasburgo. Scopri le nuove funzionalità di questo RIP software per la stampa di grande formato.

RIP di stampa CalderaRIP v12

Il nuovo CalderaRIP v12 è stato annunciato il 3 ottobre 2018 e nasce per offrire nuove funzionalità all’industria della stampa inkjet e del grande formato.

Caldera è tra le 3 software house più quotate sul mercato. A pari merito con la concorrente ONYX, è la più innovativa se lavori con Distro Linux o su Mac OS.

Oggi Caldera si è spinta oltre le aspettative e ha colmato il gap col mondo Windows: ha introdotto un nuovo sistema di licenze digitali per la virtualizzazione in ambiente Microsoft.

Era possibile virtualizzate anche in passato il CalderaRIP su PC con sistema operativo Windows, ma oggi è ancora più semplice e immediato.

Caldera ha introdotto un nuovo sistema detto “Digital Licensing System” che permette di accedere più agevolmente a tutto l’ambiente di lavoro.

Potrai migrare le tue licenze da una postazione all’altra e grazie a Caldera license server ora funzionante su Windows, non c’é più bisogno di disporre di un box Linux o Mac installato in ambienti di lavoro totalmente basati su Windows.

Questo significa che l’operatore potrà oggi utilizzare Macchine Virtuali di Linux (o Linux Virtual Machines) per far girare in modo trasparente il RIP mentre sta utilizzando un computer ospite con sistema operativo Windows per far funzionare il server di gestione delle licenze, sia mediante dongle sia mediante licenza software.

Era inoltre da diverso tempo che Caldera non presentava una nuova release del suo RIP.

Con la nuova versione CalderaRIP v12 troviamo un ambiente di lavoro familiare ma riprogettato per mettere al centro dell’ambiente produttivo l’operatore. Una filosofia di sviluppo che come Fenix Digital Group apprezziamo molto, in quanto perfettamente in linea con la visione aziendale.

 

Cosa significa per Caldera e per il nuovo RIP software CalderaRIP v12 mettere al centro l’operatore?

Per Caldera mettere al centro il cliente significa non tanto implementare il supporto a nuove stampanti o sistemi di finishing, dato che senza non si lavorerebbe, ma rendere il software più reattivo e immediato per l’operatore.

Infatti, se ci fai caso, quasi tutti i produttori di RIP puntano prima alle nuove funzionalità di elaborazione, anziché agevolare l’operatore. In alcuni casi le nuove funzioni sono talmente avanzate da essere usate da una esigua percentuale di operatori. Prodotti non al top di gamma trascurano aspetti molto importanti legati all’esperienza di utilizzo del RIP software stesso.

Avere a colpo d’occhio una serie di parametri, farne apparire altri automaticamente in conseguenza all’operazione appena eseguita, non è così scontato su altri RIP di stampa. Disporre di un RIP che ti supporta nelle varianti della stessa operazione guidandoti in base al lavoro che stai realizzando è quanto Caldera porta con la v12. Tutto questo senza limitazioni in caso di funzionalità avanzate necessarie o varianti.

Va quindi un vero plauso a Caldera per essersi spinta dove altri ancora non hanno osato.

In questa direzione va anche il nuovo CalderaDock.

RIP di stampa CalderaRIP v12: il Direct Access di CalderaDock

Come funziona CalderaDock nel RIP di stampa CalderaRIP v12?

Per rendere totalmente affidabile e sotto controllo l’ambiente operativo Caldera ha sviluppato il modulo CalderaDock.

CalderaDock comprende una serie di pulsanti progettati spaziare dalla pulizia della coda di stampa e file temporanei, accesso a web app, gestione Media, fino alla “config” e altro ancora.

 

Il nuovo RIP software CalderaRIP v12 include APPE 5.0?

Un RIP software per essere oggi al top deve integrare anche l’ultimo APPE di Adobe nella sua release 5.0 e CalderaRIP v12 lo include.

Grazie ad APPE 5.0, la nuova v12 di CalderaRIP permette di gestire workflow di stampa con PDF nativi e file provenienti dalla suite Adobe per l’industria grafica e della stampa:

  • Adobe Illustrator
  • InDesign
  • Photoshop
  • Acrobat.

Per offrire un 10% di velocità in elaborazione complessiva la nuova v12 di CalderaRIP include una pipeline di rasterizzazione reingegnerizzata. In base alle stime di Caldera, grazie alla nuova pipeline di elaborazione file è possibile incrementare anche di 4 volte l’elaborazione dei file di Photoshop in multilivello anche molto complessi e pesanti. Tutto questo rispetto alla versione 11.

RIP software CalderaRIP v12: CalderaDock Resources

Non solo: in generale per le raster image inviate alla pipeline è possibile ottenere un incremento delle performance di elaborazione pari a 7 volte il tempo necessario con la versione 11.

Per concludere, Caldera ha progettato anche una importante ristrutturazione del modulo di linearizzazione.

Le nuove dinamiche rendono le operazioni di linearizzazione più complesse, color chart alla mano, migliori del 10% rispetto alla versione 11. Il risultato di stampa di grande formato finale migliora di conseguenza in proporzione.

 

Hai ancora una vecchia versione del CalderaRIP?

Vorresti aggiornare all’ultima release CalderaRIP v12? 

Clicca sul banner qui sotto!

Banner cliccabile per saperne di più su CalderaRIP v12

Hai altre domande? Lascia un commento o contattaci attraverso il form nella pagina. Ti risponderemo al più presto.

Siamo curiosi di conoscere la tua opinione su questo articolo!

COSA POTREI LEGGERE ORA?
Fenix Team Days: il quaderno.Marco Radice, nuovo Area Manager di Fenix DG per il Piemonte e la Lombardia